Balotelli: "Non ho accusato Verona, ma solo i pochi scemi"

Balotelli:

Un'inchiesta per discriminazione razziale, sulla base della violazione della legge Macino. Squadre parcheggiate a forma di svastica, cori inneggianti a Hitler, manichini di colore impiccati in curva, cori razzisti quasi ogni domenica, è questa la storia recente della curva gialloblu, non a caso capitanata da esponenti locali di partiti come Forza Nuova.

Quanto successo a Balotelli ieri non è dunque nulla di nuovo, purtroppo. Per ora l'accusa è contro ignoti ma si stanno identificando i tifosi che hanno gridato insulti dalla curva sud. "Di sicuro non erano due o tre, perché li ho sentiti dal campo". Bambini africani sono i protagonisti del video che Mario Balotelli posta su Instagram dopo essere andato via da Verona: con i piccoli tifosi di Supermario il fondatore di 'We Africa to Red Earth´, Adriano Nuzzo, che da una missione manda un messaggio di sostegno al giocatore del Brescia. Nessuno ha sentito niente. "Noi tutti oggi, al Bentegodi, non abbiamo sentito alcunché. Hanno un modo di sfottere gli avversari carico di ironia ma il razzismo qui non esiste", ha rincarato Maurizio Setti, presidente della società. "Ringrazio il sindaco Sboarina e l'assessore Daniele Polato". Cinque consiglieri comunali di maggioranza tra cui Andrea Bacciga - che sta affrontando un processo per apologia del fascismo per aver fatto il saluto romano in consiglio comunale - hanno depositato una mozione per impegnare il sindaco ad "adire le vie giudiziali nei confronti del calciatore e di tutti coloro che attaccano Verona diffamandola ingiustamente".

L'altra mozione volta a "tutelare l'immagine di Verona", la propone il consigliere comunale di minoranza e leader di Traguardi Verona, Tommaso Ferrari. Riferendosi, incredibilmente, a Mario Balotelli, non alla tifoseria. È un fatto gravissimo.

E nel 2012 Castellini ha avuto gli onori di una pagina sul Corriere della Sera perché ha inneggiato a Hitler durante una festa dei tifosi del Verona.

"Se l'arbitro ha deciso di sospendere la gara e di far fare allo speaker dello stadio quell'annuncio forse qualcosa deve essere accaduto". Il teatrino di svastiche, saluti romani e ululati deve finire.