Zarco torna in pista con la Honda

Come era già stato anticipato, il giapponese Takaaki Nakagami dovrà farsi operare alla spalla dopo il Gran Premio del Giappone 2019 di MotoGP e, di conseguenza, salterà gli ultimi tre appuntamenti del Mondiale.

La KTM, tuttavia, ha deciso di non attendere la fine della stagione per arrivare alla separazione e quindi lo ha appiedato prima del Gran Premio di Aragon, lasciandogli però la libertà di cercare alternative da subito.

A questo punto, la Honda lo ha visto come una buona opzione per sostituire Nakagami nelle ultime tre gare della stagione e verificare se è in grado di adattarsi alla RC213V, nel caso in cui dovesse esserci un'opportunità per incorporarlo in squadra nel 2020. Voglio anche ringraziare KTM per avermi permesso di correre con un'altra moto. Incrociamo le dita e vedremo cos'è possibile fare. Innanzitutto, so che la pista di Phillip Island mi piace, è un circuito veloce e penso che le sensazioni saranno buone. Ho proposto al Direttore della HRC, Tetsuhiro Kuwata, e al Team Manager, Alberto Puig, di ingaggiare Zarco per quest'occasione e hanno accettato. "L'obiettivo è avere un buon ritmo e trovare le sensazioni che ho avuto in passato".

"Quando ho contattato Zarco ha mostrato immediatamente interesse e insieme abbiamo lavorato su ogni dettaglio di questo progetto che si concluderà a Valencia" ha detto Lucio Cecchinello. "Da parte nostra, garantiremo il massimo sforzo per supportare un pilota che ha dimostrato immenso talento e professionalità nella sua carriera" ha concluso.