Uber lancia bike-sharing elettrico a pedalata assistita: Roma prima città in Italia

Uber lancia bike-sharing elettrico a pedalata assistita: Roma prima città in Italia

Il 21 ottobre i romani si sono svegliati con una novità: una serie di bici rosse elettriche disposte per la città pronte per essere noleggiate con lo smartphone come nelle principali capitali europee.

Il bike sharing di Uber approda a Roma con Jump, servizio al debutto proprio nella Capitale: 2.800 biciclette in totale (a regima, ora sono state attivate 700 unità) grazie a cui sarà coperto tutto il centro della Città Eterna.

Le bici dispongono di pedalata assistita che aumenta progressivamente la velocità (fino a 25 km/h). "La geolocalizzazione, infatti, permetterà di monitorare le bici in tempo reale". Al momento sono disponibili 700 biciclette con l'obiettivo di arrivare a 2.800 unità in poche settimane per coprire una superficie pari a 57 km quadrati, che comprendono, oltre alle zone del centro storico, anche l'Eur, il quartiere Coppedè, Monteverde nuovo e il Fleming.

Allineate alla qualità del servizio, e dell'alone premium che circonda le limousine nere di Uber, le tariffe di Jump a Roma: 20 centesimi al minuto di noleggio (l'addebito parte però dal momento della prenotazione) e 50 centesimi di "unlocking fee" (diritto di sblocco). Le bici sono "free floating", si possono cioè parcheggiare quasi ovunque e non sono previste stazioni dedicate: sono dotate di un lucchetto con le quali Uber consiglia di legarle a una rastrelliera o supporti simili. L'app che permette di avviare il noleggio e per trovare i mezzi liberi è la stessa che si impiega per le auto di Uber, e anche le modalità di pagamento sono uguali.

Sui social in questi mesi, non sono comunque mancate le segnalazioni di bici blu abbandonate in vari punti della città.

Si potrà usufruire di 30 minuti omaggio per la prima corsa gratuita utilizzando fino al 30 novembre 2019 il codice promo "JUMPROMA".

"Roma è stata scelta come prima città in Italia per l'avvio del servizio di uno dei maggiori operatori di sharing al mondo - ha detto Raggi -". Si tratta di un servizio di bike-sharing moderno che va di pari passo con il rispetto del decoro urbano e la sicurezza dei mezzi.

"Il lancio di oggi è l'inizio di un percorso che ci porterà a costruire città più smart, lavorando insieme a tutti coloro che contribuiscono a definire la mobilità", ha dichiarato Michele Biggi, JUMP general manager Southwestern Europe.