Triplicata l'imposta ipotecaria e quella catastale

Triplicata l'imposta ipotecaria e quella catastale

Il Documento Programmatico di Bilancio trasmesso all'UE con tutte le novità che rientreranno nella prossima Legge di Bilancio 2020 prevede stangate anche per la casa e chi ha intenzione di acquistare una casa, anche la prima, il prossimo 2020 è bene che inizi a farsi due conti.

Il governo ha poi previsto un aumento della tassazione sulla cedolare secca negli affitti a canone concordato a partire dal 2020.

Mentre quelle sui trasferimenti immobiliari soggetti ad Iva caleranno di 50 euro (da 200 a 150) per equiparare il prelievo tributario delle citate imposte sui trasferimenti immobiliari. Gualtieri ha però invitato a guardare questa misura "con più attenzione".

Stando a quanto riportano le ultime notizie, dal prossimo anno, come contenuto nella nuova Legge di Bilancio, imposta ipotecaria e imposta catastale, che confluiscono nella cosiddetta imposta ipocatastale, che si pagano sempre quando si acquista una casa, anche nel caso della prima casa, si preparano a triplicare.

In mancanza di interventi legislativi, la cedolare secca sarebbe scaduta alla fine del 2019: l'obiettivo è quindi confermarla e renderla strutturale, ma con un prelievo meno vantaggioso che in passato.

Il presidente di questa associazione che riunisce tutti gli operatori del comparto, Giorgio Spaziani Testa, ha ricordato come il canone concordato e la cedolare secca applicata sia "una misura sociale, condivisa da forze politiche, sindacati inquilini, operatori ed esperti del settore immobiliare" ammonendo le forze governative attuali al riguardo. La cedolare quindi sarà confermata, inoltre il Governo sta valutando di alzare l'aliquota, che attualmente è al 10%, al 12,5%. L'imposta catastale è dovuta invece ogni volta che si esegue una voltura catastale in seguito a cessioni, successioni, donazioni o costituzione di ipoteche e di diritti reali (come l'usufrutto).

Sono agganciate all'imposta di registro e stabilite in misura fissa: adesso, triplicano per i trasferimenti tra privati e si riducono di un quarto se si compra da un'impresa. In questi sei anni di applicazione ha garantito un'offerta abitativa estesa, favorendo la mobilità di lavoratori e studenti sul territorio. Oltre a questo, il numero uno di Confedelizia ribadisce il ruolo chiave della cedolare nel ridurre in modo ingente l'evasione fiscale nel comparto delle locazioni, a differenza di quanto accadeva nel passato: ruolo ed efficacia sottolineata nella stessa nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (il cosiddetto DEF).