Stadio Milan-Inter, sì del Consiglio Comunale. Sala: "Progetto da rivedere"

Stadio Milan-Inter, sì del Consiglio Comunale. Sala:

La notizia di pochi minuti fa è destinata a mettere una pietra miliare nella vicenda del nuovo stadio di Inter e Milan: il Consiglio Comunale ha votato una risoluzione della maggioranza che dà il via libera condizionato al progetto dei due club per il nuovo stadio ma al contempo indica l'impossibilità di abbattere il Meazza in considerazione della rilevanza nazionale ed internazionale dell'impianto. Mi auguro che si arrivi a una soluzione positiva, ma con il progetto così com'è oggi presentato non è possibile: "se con buon senso si troverà una formula diversa allora si potrebbe anche arrivare" a un accordo, ha ribadito il sindaco di Milano, dopo le parole del presidente del Milan, Paolo Scaroni, che ha parlato di un "piano B delle squadre" per realizzare lo stadio a Sesto San Giovanni. Quindi è da qua che si ricomincia a lavorare a livello di giunta.

Sala ha proseguito confermando che alcuni aspetti del progetto devono essere rivisti: "Quello che penso è che i volumi che sono stati chiesti sono volumi non realistici, sono eccessivi".

"Ho votato anche io e ho votato favorevolmente".

Sono sedici però le condizioni dettate dal Consiglio comunale per la realizzazione del progetto del nuovo stadio. Adesso parte la discussione vera con le società.

Il progetto di Inter e Milan poi "dovrà prevedere un incremento significativo di verde pubblico fruibile rispetto alla situazione attuale" che è del 18%, dovrà "raggiungere una consistente revisione del carico insediativo rispetto a quanto prospettato dalla proposta attraverso la riduzione degli indici volumetrici nell'area".

Tra i 16 paletti c'è poi quello della "riduzione della durata della concessione" della struttura alle squadre, "per renderla coerente con la rispondenza a criteri di sostenibilità del progetto nel tempo e con gli interessi economico-finanziari del Comune".