Scaroni: "Ristrutturare San Siro? Una missione impossibile"

Scaroni:

Proteste e cartelli contro i rappresentanti delle due squadre di Milano, Inter e Milan, che ierisera hanno incontrato nella sede del Municipio 7 i cittadini della zona San Siro. Presenti per i nerazzurri Alessandro Antonello e per i rossoneri Paolo Scaroni: in particolare dopo l'intervento di quest'ultimo si sono concentrati i "buuu" nel momento in cui si e' parlato dell'area attorno al Meazza come una "landa desolata". "Ci farà piacere incontrarli di nuovo", ha aggiunto Antonello ai microfoni del Tgr Lombardia. Per competere ad alto livello in Europa serve un nuovo stadio e servono nuove infrastrutture all'altezza degli altri club europei.

"Abbiamo finalmente avviato - ha commentato Bestetti a fine serata - quel necessario confronto tra Milan e Inter con la città per il progetto del nuovo stadio a San Siro". La nostra idea è restare a San Siro per mantenere l'aspetto iconico ma tramandando alle nuove generazioni uno stadio nuovo che porti nuovi successi. Il focus qui è lo stadio, il resto può cambiare, ma il progetto ha "consumo del suolo zero", perché si tratta di un piazzale di cemento, piuttosto desolato. E' stata quasi una riunione di condominio nell'ambito di una discussione civile. Il quotidiano, però, fa l'esempio del Friuli di Udine, che ovviamente è più piccolo di San Siro, ma che è stato ristrutturato in due anni senza di fatto perdere neanche una partita. E già oggi ci sono più di 35mila persone che hanno risposto al sondaggio sul progetto lanciato ieri sul sito.