Rai: Fiano, 'Report? consiglieri centrodestra si occupino di baratro ascolti'

Rai: Fiano, 'Report? consiglieri centrodestra si occupino di baratro ascolti'

Nonostante questo successo, però, il cda Rai si ribella. Da un lato Igor De Biasio (Lega) e Gianpaolo Rossi (FdI) accusano Ranucci di aver violato la par condicio. I due hanno chiesto all'amministratore delegato, Fabrizio Salini, di verificare la violazione della par condicio, visto il voto per le Regionali in Umbria di domenica. A opporsi a questa chiave di lettura, invece, sono stati i consiglieri di minoranza Rita Borioni, in quota Pd, e Riccardo Laganà, rappresentante dei dipendenti. Il programma di Rai 3 infatti, oltre a scatenare un vivace dibattito politico, ha avuto ripercussioni all'interno del servizio pubblico.

Il Cda Rai si spacca sull'inchiesta Moscopolidi Report. Gianluca Savoini si è rifiutato di rispondere.

Per k'elettore non è ininfluente sapere che il World Congress of Families a cui Salvini ha dato pieno sostegno non era una festicciola "della famiglia" come spergiurava lui e Giorgia Meloni, ma un'organizzazione internazionale antiabortista e contraria alle unioni omosessuali che opera da più di vent'anni e che nel 2013 è stata riorganizzata da Konstantin Maloveev. "Se qualcuno deve esprimere opinioni diverse o fornire versioni alternative - scrive su twitter - ha il diritto di farlo. Quanto riportato dall'inchiesta della trasmissione televisiva Report del 21 ottobre scorso, denominata "La fabbrica della paura", rivela, in modo inquietante, come la nota vicenda dei finanziamenti russi al partito Lega per Salvini Premier, oggetto di indagini da parte della Procura di Milano per corruzione internazionale e di una informativa del presidente del Consiglio dei ministri, Conte, svoltasi in Senato il 24 luglio scorso, sia parte di un disegno molto più complesso e pericoloso".

Intanto Report annuncia per lunedì prossimo un'altra puntata con nuove rivelazioni sui rapporti tra la Lega e il Cremlino e nell'attesa Emanuele Fiano lancia un pesantissimo attacco dal quotidiano Repubblica. Dopo la sua nomina a portavoce di Salvini, nel 2013, la Lega sarebbe diventato il partito nazionale che conosciamo oggi. Il programma di Rai3 ha esordito con un'inchiesta che ha fatto discutere: il ruolo della Lega di Salvini nella trattativa per i soldi e il petrolio russo.