Pesticidi: Pe boccia Commissione e Paesi Ue su tutela api - Europa

Pesticidi: Pe boccia Commissione e Paesi Ue su tutela api - Europa

Durante i voti iniziali la maggior parte degli emendamenti di opposizione, proposti dai deputati italiani di Fratelli d'Italia e Lega Nord, non sono stati accolti.

Il blocco composto da destre, sovranisti e Ppe è riuscito a respingere il testo per due soli voti (290 i contrari, 288 i favorevoli, 36 astensioni). La questione ha toccato in particolare il paragrafo sull'apertura dei porti dove il M5S ha chiesto il "rispetto delle leggi internazionali e di altre leggi applicabili, con un emendamento cofirmato dal M5S e dai gruppi Verdi e S&D".

Ha aggiunto poi che: "il Parlamento europeo deve dare segnali politici forti e chiari, senza dividersi in messaggi polarizzati che non giovano a nessuno né apportano soluzioini ad un fenomeno che attende da troppo tempo una risposta politica comune europea".

Di contro, gioiscono le forze del centrodestra, unite a Strasburgo nel dire no al provvedimento che puntava a vincolare gli stati membri a mantenere i porti aperti: "Grazie ai voti decisivi di Forza Italia, il Parlamento europeo ha respinto l'assurda risoluzione sui migranti che equiparava il ruolo delle forze dell'ordine a quello delle organizzazioni non governative nelle operazioni di soccorso nel Mar Mediterraneo" afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio. A favore la maggioranza della Gue, dei Liberali e dei Socialisti (compresi gli eurodeputati del Pd), più i Verdi, che hanno votato compatti a favore della risoluzione.

In conclusione del post, il Movimento 5 Stelle ha anche rivendicato il ruolo di ago della bilancia nel Parlamento europeo: "Dopo la votazione sul Presidente designato della Commissione europea, il MoVimento 5 Stelle risulta ancora una volta decisivo e determinante - hanno concluso -. Questi emendamenti non hanno trovato il sostegno della maggioranza, da qui la nostra astensione", ha spiegato Ferrara.

Si tratta però di un "pessimo segnale" dal Parlamento Ue secondo Erasmo Palazzotto di Sinistra Italiana-Leu, quasi melodrammatico sul tema. Ma al momento del voto finale i pentastellati si astengono.

Negatvio anche il parere della presidente del gruppo Misto, la senatrice Loredana De Petris, che vede l'astensione degli eurodeputati M5S come un fatto "incomprensibile e comunque grave".