Nuovo tifone in Giappone, cancellati voli. Formula 1 a rischio

Nuovo tifone in Giappone, cancellati voli. Formula 1 a rischio

PRECEDENTI L'appuntamento di Suzuka è stato spesso disturbato dalle condizioni meteorologiche di questo periodo dell'anno in Giappone: anche il weekend dell'edizione 2014, funestato dall'incidente di Jules Bianchi, era stato condizionato dalle piogge portate dal tifone Phanfone. Sono previsti dei forti venti, che dovrebbero soffiare a una velocità massima di 216 chilometri orari. Sospesi in via precauzionale anche i servizi ferroviari e i voli. La situazione è comunque tutta in divenire: la JMA prevede infatti che il tifone si scontri con il sud del Giappone nella giornata di sabato. La città si trova a 300 km a est da Tokyo, una delle aree che verrà colpita dall'impressionante fenomeno metereologico. L'arrivo del tifone Hagibius, il 19/o della stagione e considerato il più potente da inizio anno, ha già costretto gli organizzatori della Coppa del mondo di Rugby a eliminare dal programma due incontri che si sarebbero dovuti tenere a Yokohama e Toyota City, quest'ultimo con l'Italia contro i campioni del mondo della Nuova Zelanda. Si tratta del super tifone Hagibis, al momento temporaneamente declassato alla categoria 4 ma dopo aver già raggiunto la 5 nella giornata di lunedì.

Si muove velocemente il tifone Hagibis, che intorno a sabato 12 ottobre dovrebbe raggiungere le isole più meridionali del Giappone e la prefettura di Okinawa. La FIA ha preso questa decisione per garantire la sicurezza dei tifosi, dei piloti e degli addetti ai lavori. Le qualifiche di F1 si disputeranno domenica alle 10 locali (le 3 di notte in Italia).