Morta la donna strangolata dal marito ad Adria. Era ricoverata in ospedale

Morta la donna strangolata dal marito ad Adria. Era ricoverata in ospedale

In un messaggio WhatsApp inviato a Giulia si legge: "Se ti fai bella ti guardano tutti". La ragazza di Adria era ricoverata da nove giorni in condizioni disperate all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo per l'aggressione subìta in casa dal marito dal quale si stava separando. "Invece, se non lo fai, risparmio trent'anni di galera per omicidio". "Non truccarti. Fatti brutta, non aggiustarti i capelli". Se quando esci dal supermercato qualcuno dice arrivederci, tu fai finta di non sentire.perché non puoi rispondere a un maschio.

Sono le 23.31 e lei, che aveva registrato il marito, nel suo telefono, come "Principe mio", gli comunicava che l'indomani sarebbe uscita con la madre per andare a fare la spesa. Lei faceva la cameriera, lui è disoccupato e tossicodipendente da eroina. Angioletto mio ti prometto che io sarò forte e che ce la farò solo per te. Dal giorno dell'arresto, avvenuto sabato scorso, si trova in carcere in custodia cautelare. Riposa in pace stellina mia.

Giulia Lazzari lascia la figlia di quattro anni che, dopo essere stata posta sotto la tutela del Tribunale dei minori di Venezia, è al momento affidata alla zia e ai nonni materni.