Marracash, la mia 'Persona' tra Marra e Fabio

Marracash, la mia 'Persona' tra Marra e Fabio

Si racconta per intero ma anche per singole parti che compongono l'individuo, Marracash, che giovedì 31 ottobre torna in scena con il nuovo album 'Persona'. L'impronta più personale si nota già dalla prima track, "Body Parts", un intenso monologo che parla della differenza tra ciò che si è per gli altri e ciò che si è per se stessi. Questo è quello che abbiamo visto e sentito noi, ma nel frattempo Marracash ha anche vissuto la sua vita, come Fabio Rizzo, 40 anni proprio quest'anno, e l'ha messa tutta in questo album. "Per me questo lavoro segna anche un nuovo inizio e una nuova libertà conquistata".

In questi giorni avete commentato in tantissimi le scelte dei featuring di questo disco.

Dopo la presenza di Mahmood e Guè Pequeno, Marracash ha annunciato tutti i featuring del suo nuovo album: Massimo Pericolo, Luchè, Madame, Tha Supreme, Sfera Ebbasta, Cosmo e Coez. Guè Pequeno 3. "QUELLI CHE NON PENSANO - Il cervello" feat. Anche lui e alla sua maniera ha messo dolore e sofferenza, e in "Niente in cui credere", sui suoni dei Black Savage, con Marra sono due pilastri, diversissimi eppure perfetti insieme.

"Appartengo" è forse il manifesto del disco, e infatti ne è il sangue. "Greta Thunberg" è ovviamente ispirata alla paladina dell'ambientalismo ed era stata concepita come un pezzo molto provocatorio, legato al fatto che Marracash - anzi, Fabio - viveva una relazione che definisce tossica (che sarà descritta in "Crudelia"): è stato Cosmo a darle una connotazione diversa.

"Quella di suddividere un album per tracce abbinate a parti del corpo è un'idea che ho da anni - ha spiegato Marracash - e per questo album, che è il mio più personale, mi è sembrata adatta". Marracash ci ha mostrato la sua parte più vera, anche e soprattutto in tutti gli altri brani del disco, da solo, senza featuring, senza maschera, attraverso le parti del suo corpo si espirme con la solita passione di sempre che rinforza ancora di più le sue parole. Nello stomaco come un pugno, o nella gola a crearti un groppo, nel cuore per scaldartelo un po'. "Adesso è ritornato il tuo momento e ti auguro tutto il meglio" ha scritto il rapper.