Mario Draghi, standing ovation per la laurea honoris causa VIDEO

Mario Draghi, standing ovation per la laurea honoris causa VIDEO

Durante il suo intervento si è detto ottimista perché nessuno mette più in discussione UE e euro. Negli interventi per attenuare l'impatto della crisi e per l'autorevolezza e il coraggio con cui ha 'governato' la moneta europea in una fase di tensioni tra i governi e i popoli d'Europa, egli ha rappresentato un punto di riferimento certo, solido e in qualche delicato passaggio perfino unico per continuare a credere nel progetto comunitario da italiani e da europei"."Mario Draghi - si legge nella motivazione - ha contribuito in modo unico alla costruzione di un'Europa unita.

Draghi ha difeso le politiche della Banca centrale europea. Ha concepito e reso operativo il programma di unificazione bancaria. In particolare, ha spiegato il banchiere centrale, "un coordinamento delle politiche, quando necessario, deve contribuire alla stabilità monetaria e non può ostacolarla". "Eppure si sono dimostrate valide e oggi sono coloro che dubitavano, i dubbiosi, a essere messi in discussione", ha detto.

Ha fatto seguito la lectio cathedrae magistralis di Mario Draghi: "Fra poche settimane si concluderà il mio mandato di presidente della Banca centrale europea". A conclusione della lectio, l'augurio che "molti studenti di questa università decidano un giorno di mettere le loro capacità al servizio pubblico". "Allora molti policy maker, me incluso - ha detto - si interrogavano su come queste misure potessero funzionare nell'area dell'euro". "L'euro è popolare come mai prima d'ora e il sostegno all'Unione europea è ai massimi dai tempi della crisi", ha dichiarato in quella che si annuncia come una delle sue ultime uscite pubbliche da presidente della Bce, se non addirittura l'ultima. "Spero però che vi possa essere di conforto il fatto che nella storia le decisioni fondate sulla conoscenza, sul coraggio e sull'umiltà hanno sempre dimostrato la loro qualità". Pier Sandro Cocconcelli, delegato del Rettore per il coordinamento dei progetti di internazionalizzazione dell'Università Cattolica e presidente del CHEI, il Centre for Higher Education Internationalisation dello stesso Ateneo, i Presidi delle facoltà di Economia e Giurisprudenza e Scienze agrarie alimentari e ambientali Proff.