Leclerc come Schumacher e Fangio

Leclerc come Schumacher e Fangio

Alla fine la rottura di Vettel ha fatto sì che perdessero tutto.

Charles Leclerc è davvero un fenomeno.

Quarta pole consecutiva e sesta stagionale per Leclerc che partirà davanti a tutti anche nel Gran Premio di Sochi: 1'31 " 628 il suo tempo.

Appena 21 anni per Leclerc, ma già un posto di rilievo nella storia della Ferrari, la scuderia più vincente nella storia della Formula 1. Il monegasco, infatti, è il primo pilota ad ottenere quattro pole di fila al volante della Ferrari proprio come accadde al pluricampione tedesco nel 2000-2001 ed all'asso argentino nel 1956. Le migliorie apportate dalla Red Bull alla propria power unit non sono state sufficienti a bilanciare la penalizzazione che vedrà il pilota olandese scalare sulla griglia di partenza ben 5 posizioni, partendo pertanto nono.

L'assolo vale al fuoriclasse monegasco l'ennesimo miglior tempo nella qualifiche anche a Sochi dopo Spa, Monza e Singapore, lasciando soprattutto Lewis Hamilton (+0:402), protagonista di un eccellente ultimo giro, e il compagno di squadra Sebastian Vettel (+0:425), staccati di quasi mezzo secondo. Sconsolato ma contento anche Lewis Hamilton che riconosce i meriti della Ferrari: "Non mi aspettavo di raggiungere la prima fila e sono contento", ha commentato l'iridato.

Ieri Max Verstappen, su Red Bull, è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del Gp di Russia, a Sochi. Indietro le Alfa Romeo, con Kimi Raikkonen 15° e Antonio Giovinazzi 18°.