L' esercito di Damasco entra a Manbij

L' esercito di Damasco entra a Manbij

Poche ore dopo, le forze curde hanno confermato attraverso una dichiarazione, presa da Al-Jazeera, che l'esercito siriano avrebbe "dispiegato lungo il confine tra Siria e Turchia per sostenere le forze democratiche siriane (SDS)", comandato da i curdi.

È intanto salito a 550 il numero dei "terroristi neutralizzati" (cioè uccisi, feriti o catturati) nell'offensiva della Turchia contro le milizie curde nel nord-est della Siria. Lo sostiene stamani la Difesa di Ankara, aggiornando il bollettino dell'operazione militare 'Fonte di pace'.

In giornata la cancelliera tedesca Angela Merkel, in una telefonata avuta ieri con il leader turco, ha chiesto al presidente Recep Tayyip Erdogan di fermare l'offensiva nel nord-est della Siria. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a margine del Consiglio europeo."Non importa portare" l'iniziativa dell'embargo sugli armamenti alla Turchia in Parlamento perché "per le nostre regole - ha aggiunto Di Maio - si tratta di un decreto ministeriale, come quello che abbiamo firmato sui rimpatri" della settimana scorsa, ha spiegato Di Maio al termine del Consiglio Ue."Non è vero che l'Italia è rimasta indietro" sull'embargo alle armi alla Turchia, l'Italia è capofila di una decisione forte dell'Ue sul tema, ma deve essere unitaria, altrimenti non è efficace - ha affermato il premier Giuseppe Conte -.

"L'accordo non è stato annunciato ufficialmente da nessuna delle parti, né dalla parte russa, che conduce negoziati tra le parti, tuttavia, l'accordo è militare e basato su meccanismi congiunti per impedire che l'aggressione turca continui sul lato orientale del fiume Eufrate", ha detto il portavoce curdo. In soccorso dei Curdi è pronto a scendere in campo Assad che non può ovviamente tollerare l'invasione turca del suo territorio ma ciò non sembra cambiare di molto le proporzioni delle forze in campo.

Manbij è una grande città nel nord della Siria nella provincia di Aleppo fino a poco tempo pattugliata dalle truppe americane e controllata dai curdi.