Kikò Nalli aggredito in strada finisce in ospedale per trauma cranico

Kikò Nalli aggredito in strada finisce in ospedale per trauma cranico

Anche la sua fidanzata Ambra Lombardo, con la quale sembra che le cose stiano continuando più che bene, ha voluto commentare la situazione, dimostrandosi delusa e arrabbiata per ciò che ha dovuto subire il suo compagno: "La follia, la violenza, l'inciviltà, la rabbia e la furia cieche dilagano, e la cosa più grave è che ciò accade tra i giovani".

Disavventura in strada a Roma per Kiko Nalli. Come prontamente riportato via social, l'ex marito di Tina Cipollari e volto noto dei salotti Mediaset sarebbe stato colpito alla testa da un oggetto lanciato da un gruppo di ragazzi in scooter. Stando a quanto riferito dallo stesso ex gieffino - presenza costante nelle trasmissioni di Barbara D'Urso - Kikò si trovava in strada a fare delle foto con delle ragazzine che lo avevano gentilmente fermato. "Questo - scrive - è quello che succede a persone che si fanno sempre i fatti propri". Mi hanno spaccato in testa qualcosa, non so se una catena o un sasso, solo perché mi stavo facendo delle foto con delle ragazzine. Speriamo che queste persone che hanno questo odio si facciano avanti e chiedano scusa. Forse una catena o un sasso - racconta Nalli nel video -. Immediatamente dopo Nalli si è recato dalla Polizia per denunciare il tutto: "Sto uscendo dalla Polizia".

Kiko Nalli è andato al pronto soccorso per fare una tac, visto che la botta alla testa è stata molto forte.

Nalli ha ringraziato, poi, i suoi followers per il conforto che ha ricevuto, rivelando l'esito della tac: trauma cranico e varie escoriazioni. E intanto, come da prassi, ha sporto denuncia - ovviamente contro ignoti - sottolineando come "gli infami" abbiano persino nascosto la targa, per non essere rintracciati. Nel suo sfogo Kikò ha detto di non aver fatto nulla e di essere rimasto spiazzato per alcuni secondi. "Vediamo adesso cosa succederà".