Inchiesta Uefa sul saluto militare dei giocatori della Turchia per Euro 2020

Inchiesta Uefa sul saluto militare dei giocatori della Turchia per Euro 2020

Proprio in questi giorni, infatti, la Turchia sta attirando su di sé gli occhi - preoccupati - del mondo intero dopo l'offensiva lanciata dall'esercito di Erdogan contro i curdi in Siria. Secondo quanto riferito dalla redazione di Sky, un ispettore è stato incaricato per indagare su "un comportamento di potenziale provocazione politica". Prima della partita di Parigi erano stati numerosi gli appelli per annullare il match, dopo l'esultanza dei giocatori turchi contro l'Albania.

Il saluto militare dei giocatori turchi in occasione degli incontri contro Albania e Francia, così come i cori razzisti dei tifosi bulgari nei confronti dei giocatori di colore della nazionale inglese, sono oggetto di una procedura disciplinare dell'Uefa.

L'Uefa ha risposto aprendo l'indagine. Il gesto ha suscitato sdegno, facendo inoltre diventare virale la campagna di boicottaggio alla prossima finale di Champions League, che si terrà ad Istanbul. "Tutti sanno che il saluto ai soldati fatto dai nostri giocatori della nazionale è un gesto di pace". "La Federcalcio turca - sostiene Granturco - potrebbe essere punita come responsabile del comportamento dei propri giocatori, ma sempre con una multa, e lo stesso vale per i singoli calciatori".