Germania, sparatoria davanti a una sinagoga: vittime

Germania, sparatoria davanti a una sinagoga: vittime

Sono quelli esplosi nella tarda mattinata a Halle, in Sassonia, nell'Est della Germania, "davanti alla sinagoga" del quartiere Paulus. Secondo i media locali più uomini sarebbero in fuga, armati, a bordo di un furgone. Il sito riferisce che ci sarebbe stato anche "uno scontro a fuoco" a Wiedersdorf, nei pressi di Halle.

L'esplosione di "colpi" anche in una località nei pressi di Halle è stata confermata dalla polizia tedesca precisando che si tratta di Landsberg, centro situato "circa 15 chilometri" a est dalla città della Sassonia-Anhalt. "Chiediamo alle persone di rimanere al sicuro nelle loro case", hanno avvertito le forze dell'ordine, a testimonianza che l'asllarme non è ancora cessato. Un testimone dell'attacco ha detto di aver visto un uomo con mimetica, elmetto, maschera con in mano una arma da assalto, mentre secondo la Bild sarebbero state usate armi automatiche, sia corte (pistole) sia lunghe. Lo riferisce l'agenzia Dpa aggiungendo che una portavoce della polizia di Halle non ha voluto fornire altri dettagli.

Alla sinagoga di Humboldsstrasse si era appena celebrato lo Yom Kippur, la maggiore festività ebraica, caduta l'8 ottobre. Lo riferito l'inviata della dell'emittente di notizie N-tv che continua a trasmettere inquadrando il locale con vetrine verdi. Una persona è stata arrestata, ha indicato la polizia su Twitter. I soccorritori avrebbero trasferito il taxista ferito su un elicottero. Trattandosi di una situazione di particolare emergenza, tutte le unità di polizia sono state trasferite sul luogo dell'attacco. Nel frattempo, sempre ad Halle, è stata chiusa la stazione ferroviaria.