Francis Ford Coppola odia tutti i film Marvel, tranne uno

Francis Ford Coppola odia tutti i film Marvel, tranne uno

Una polemica tra colossi destinata a non spegnersi presto.

Chissà se la querelle tra Marvel e i grandi registi del passato tenderà ora a smorzarsi.

Il maestro del cinema è intervenuto nel dibattito sui film della Marvel acceso da Martin Scorsese, che per primo ha criticato i film Marvel nelle sale cinematografiche, parlando delle immagini che arrivano sul grande schermo come di qualcosa di diverso dal cinema.

I supereroi al botteghino "sono spregevoli", un franchise cinematografico che non ha nulla a che vedere con il vero cinema.

Veniamo ai fatti: due grandi registi come Martin Scorsese e Francis Ford Coppola hanno pubblicamente denigrato questo nuovo genere di film, quelli dei supereroi un po' fumettoni della Marvel (la Marvel è attualmente controllata dalla Walt Disney), anche con toni duri e pesanti. Un'argomentazione, la sua, che ha effettivamente senso: se infatti uscissero solamente film d'essai, probabilmente l'industria cadrebbe in una crisi totale da far chiudere ogni singolo cinema!

Come riportato da Comicbook.com, con soli 23 film, Marvel e Disney hanno ottenuto guadagni che i due registi, insieme, non sono arrivati neanche a sfiorare nel corso delle loro decennali carriere.

"Quando Francis [Ford Coppola] usa quelle parole, "quei film sono spregevoli", a chi si riferisce?" "Questi sono solo film".

Ha infine concluso: "Sapete, Francis Ford Coppola e Martin Scorsese sono due persone che tengo in altissima considerazione per i film che hanno fatto, film che mi sono piaciuti, film che ho visto".

Insomma, da una parte abbiamo film come "Il Padrino", "Il Padrino - Parte II " e "Il Padrino - Parte III"; "Apocalypse Now"; "Cotton Club"; "Dracula di Bram Stoker (1972) solo alcuni dei titoli di Francis Ford Coppola". Tutti capolavori della storia del cinema mondiale.

Non capisco cosa stanno cercando di criticare, quando realizziamo film grazie ai quali la gente si diverte, milioni di persone lo fanno. La domanda è: non è forse bello che coesistano tutti questi generi di film?