Firenze, giornata fiorentina per Richard Gere: l'attore visita gli Uffizi

Firenze, giornata fiorentina per Richard Gere: l'attore visita gli Uffizi

Nel corso del suo soggiorno toscano, Richard Gere è stato in visita anche al monastero buddhista di Pomaia (vicino Pisa) e si è soffermato anche alla Fondazione Zeffirelli di Firenze, per una visita guidata con Pippo Zeffirelli, figlio del regista Franco recentemente scomparso.

"Manteniamo un livello umano, senza pensare a cose stupide come la politica e cose simili, pensiamo soltanto al felice impulso umano di prenderci cura delle altre persone", ha aggiunto.

La cerimonia di consegna a Richard Gere della riproduzione fedele delle chiavi delle antiche porte di Firenze si è aperta con i saluti istituzionali del presidente del Consiglio comunale Luca Milani.

"Richard Gere", ha dichiarato il direttore Schmidt, "è un visitatore davvero attento e curioso".

Se il leader della Lega "vuole venire con me sarei contento: insieme possiamo nutrire quelle persone". "Sono profondamente deluso, imbarazzato, arrabbiato", ha proseguito la star di Hollywood. Parte dei consiglieri comunali, dei gruppi del centrodestra e di M5s, hanno lasciato Palazzo Vecchio e hanno protestato contro l'iniziativa in piazza della Signoria. Il sindaco Nardella: "Premio per il suo impegno a favore dei più deboli".

Oltre alle chiavi della città di Firenze, Richard Gere ha ricevuto anche una maglia della Fiorentina e un abbonamento al Teatro del Maggio. Il celebre attore settantenne è stato ospitato nel Salone dei Cinquecento dal sindaco Dario Nardella.

Marta Vigneri è nata a Bari e ha studiato e lavorato in diverse città, tra cui Roma, Bruxelles e Dakar. Per TPI scrive dal 2012 e si occupa di reportage, no profit, migrazione e cultura pop.