De Ligt esce allo scoperto: "Alla Juve sto imparando una lezione importante"

De Ligt esce allo scoperto:

L'Olanda e gli olandesi iniziano a voltargli le spalle: "La Juve non sa che doveva prendere Blind e non De Ligt" è uno dei tanti tweet presenti in rete nella serata di ieri."Il più sopravvalutato del mondo", altri sostengono che non abbia nulla in più di Mustafi, ex obiettivo della Juventus tra l'altro, altri ancora si chiedono il perché non sia rimasto in Olanda, all'Ajax, invece di firmare per la Juventus. Non ho mai giocato così. Non ho mai giocato così. L'attenzione era troppo concentrata su questo nelle prime settimane.

Le critiche per l'inizio zoppicante del difensore più pagato della storia della Serie A non sono mancate, anzi: Matthijs è stato bersagliato da stampa e tifosi per le difficoltà iniziali che, nonostante la giovane età, non gli vengono perdonate minimamente. "Poi qualcosa potrebbe andare storto, ma poi sono certo che le cose andranno meglio di prima Da allora è iniziata la tendenza al rialzo". Sfortunatamente, questa è la vita di un difensore. Il difensore bianconero, infatti, domenica sera si è reso artefice di un errore nella gara contro i nerazzurri, un intervento che ha causato il rigore del momentaneo pareggi della formazione di Antonio Conte.

PARTITE INTERNAZIONALI - "Ora sono diverso qui rispetto alla precedente partita internazionale". Io so quello che faccio bene e quello che faccio male. Ogni giocatore che va in una nuova squadra dovrebbe avere il tempo di ambientarsi. L'idea era di adattarmi tranquillamente. Ho giocato solo una partita per la Juventus, contro il Napoli, e non è andata molto bene per me personalmente. La Juventus aveva già due grandi difensori con Chiellini e Bonucci. "È una bella sfida per me".