De Laurentiis: "Milan sull’orlo del baratro"

"Quelli di sempre: ottenere il, massimo, in campionato, Coppa Italia e Champions".

Sembrava che per lui all'interno della Juventus non ci fosse spazio, ma invece Gonzalo Higuain è salito in cattedra ed ha convinto Maurizio Sarri a puntare ancora su di lui. "Il nostro bilancio è positivo, grazie ad una gestione oculata, perché noi il rosso non possiamo concedercelo". Non ci siamo fatti mancare nulla.

Ma quando si parla delle differenze dei conti con le altre grandi, De Laurentiis non le manda a dire: "Io sono un industriale del calcio, piaccia o no ma così va, e devo combinare i fattori della produzione con quelli economici".

"Con Mazzarri arrivammo in Champions League e avevamo un monte ingaggi di 30 milioni di euro". Dopo i suoi giocatori è il turno del Milan, definito "sull'orlo del baratro".

Le sue parole: "Sarri è un grande allenatore con tantissimi lati positivi e qualcuno negativo, che in Inghilterra potrebbe aver eliminato. Sta facendo bene in un club che ha una sua cultura vincente, un proprio stile rigoroso e in una città meno distraente rispetto a Milano, Roma e Napoli".

L'Inter è una concorrente per il titolo? .