Catalogna, verdetto sugli indipendentisti: 13 anni di prigione a Junqueras

Catalogna, verdetto sugli indipendentisti: 13 anni di prigione a Junqueras

Il premier socialista, Pedro Sanchez, ha sottolineato che "nessuno è sopra la legge" e che "in Spagna non ci sono prigionieri politici, ma alcuni politici in carcere per aver violato leggi democratiche". Sfociate in scontri con la polizia.

Oriol Junqueras, ex leader del movimento indipendentista della Catalogna, è stato condannato a 13 anni di prigione per sedizione. "Molti voli cancellati a Barcellona per via delle manifestazioni in corso all'aeroporto". Sono anche scattate le manette per le prime tre persone. Dopo circa un'ora poi i treni hanno ripreso a circolare.

Nella via Mallorca, una delle strade principali, si sono vissuti i momenti di maggiore tensione delle proteste quando i manifestanti hanno cercato di abbattere le barriere di sicurezza lanciando bottiglie, uova, petardi e razzi contro il Mossos d'Esquadra e la polizia nazionale.

L'organizzazione indipendentista catalana Omnium ha promesso nuove battaglie: "È un attacco frontale ai diritti fondamentali di Cuixart e degli altri imputati, nonché la criminalizzazione del diritto alla protesta pacifica per tutti i cittadini spagnoli".