Calcio: Roma si scusa con Vieira per i 'buu' a Marassi

Calcio: Roma si scusa con Vieira per i 'buu' a Marassi

L'AS Roma si scusa con Ronaldo Vieira per i buu razzisti subiti. L'episodio è stato annotato dal quarto uomo.

Tante le testimonianze di solidarietà da parte di tifosi, ex compagni di squadra e calciatori della Serie A. Da Radja Nainggolan a Ola Aina, tutti hanno voluto dimostrare la propria vicinanza al centrocampista della Sampdoria. Il direttore di gara ha subito avvicinato il giocatore della Sampdoria, facendogli capire a gesti di avere sentito le espressioni a lui rivolte. La Roma dal canto suo potrebbe prendere provvedimenti esemplari nei confronti dei protagonisti, come dimostrato nel caso del tifoso reo di aver insultato pesantemente Juan Jesus.

A tal proposito, si era espresso in settimana, il difensore franco senegalese del Napoli, Kalidou Koulibaly, che ai microfoni di Sky Room, in settimana ha trattato il tema del razzismo soffermandosi su quella che è la situazione negli stadi italiani: "È una lotta che dobbiamo fare ogni giorno, negli stadi ma forse anche nelle scuole calcio. La società non tollera alcun genere di razzismo e supporterà le autorità nell'individuare e, conseguentemente, mettere al bando i responsabili degli insulti razzisti nei confronti del centrocampista".