Cadaveri nel camion: le vittime sono cinesi, arrestato un sospetto

Cadaveri nel camion: le vittime sono cinesi, arrestato un sospetto

Ciò che è certo è che il camion era stato registrato a Varna, in Bulgaria, anche se da Sofia continuano a smentire che nelle ultime settimane sia passato per il territorio bulgaro, fatto riportato ieri dalla polizia dell'Essex, la contea del ritrovamento. Il capo sovrintendente Mariner, inoltre, ipotizza che fossero clandestini, ma non riesce a spiegarsi come sia possibile che costoro siano stati lasciati morire nell'indifferenza e nella noncuranza. Tra le vittime anche un ragazzino.

La polizia inglese ritiene che il camion sia arrivato dalla Bulgaria e che sia entrato nel paese a Holyhead sabato 19 ottobre scorso. Lo scrive la Press Association, aggiungendo che un 25enne nordirlandese è stato arrestato con il sospetto di omicidio. Mercoledì, la polizia britannica è stata avvisata poco prima dell'01.40 (ora locale, 2.40 in Italia) dai servizi di emergenza, che hanno scoperto i cadaveri in una zona industriale di Grays, nell'Essex, a circa trenta chilometri da Londra. "Sono scioccato", ha affermato il premier britannico, Boris Johnson. "Stiamo identificando tutte le vittime, tuttavia, prevedo che questo potrebbe essere un lungo processo che potrà richiedere mesi e mesi". "Ricevo aggiornamenti regolari e il ministero dell'Interno lavorerà a stretto contatto con la polizia dell'Essex, per stabilire esattamente cosa sia successo", ha scritto in un tweet.

Sono anni che delle persone tentano di entrare illegalmente nel Regno Unito nascondendosi all'interno di mezzi pesanti provenienti dall'Europa continentale. La più grande tragedia legata a questo fenomeno risale al 2000 quando 58 cinesi furono trovati senza vita in un container per il trasporto di pomodori presso il porto di Dover.