Buffon: "Conte va stimato, ha dato tutto sé stesso alla Juve"

Buffon:

Intervenuto dal palco durante il 'Festival dello Sport' in corso di svolgimento a Trento, Gigi Buffon parla anche di Antonio Conte, ora sulla panchina dell'Inter ma compagno di tante avventure nel passato bianconero e non solo: "Ad Antonio voglio un bene dell'anima, è stato compagno di squadra prima, il mio capitano, il mio allenatore alla Juve e in Nazionale". Ha un grado di professionalità e correttezza nei confronti del gruppo, una capacità di insegnare calcio incredibili. "Capisco i tifosi bianconeri che ci rimangono male, ma bisogna partire dal presupposto che uno come Antonio va stimato perché per la Juventus ha dato tutto con la massima convinzione, ottenendo risultati".

"Sembra di sì, ci sarà battaglia fino alla fine". Queste le sue dichiarazioni: "L'allenatore più pignolo che ho mai avuto è sicuramente Sarri". Un fardello sulle spalle, ma lì iniziò davvero la mia carriera. "Sono sicuro che non ci tradirai'". Dopo la rovesciata gli chiesi quanti anni avesse e mi rispose: "'33, non male vero?". Pensai: 'Guarda questo figlio di...'. A proposito di fenomeni, ecco perché accettai il PSG. Se non stai con i migliori, fai fatica a capire cosa significa essere un campione. "Ronaldo è un ragazzo a modo, è stata una piacevole scoperta". Pallone d'Oro? Se lo vince è perché la Juve ha conquistato qualcosa di importante.