Barbara D'Urso: "Ho denunciato un profilo fake, dietro c'era un noto giornalista"

Barbara D'Urso:

Io mi sono allarmata dopo tanti mesi, chiedendomi chi c'era dietro questo profilo così tanto ossessionato da me.

Rivoltasi alla polizia postale, la d'Urso aveva scoperto che dietro al fake ci sarebbe stato un presunto giornalista da lei conosciuto e di cui non ha voluto dire il nome.

Come ampiamente prevedibile, nessun accenno agli eventuali problemi del programma, alla similitudine forse troppo marcata con Domenica Live e, soprattutto, agli ascolti bassi di Live - Non è la d'Urso in questo avvio di stagione. Secondo la D'Urso, dalle indagini della polizia postate sarebbe emerso che il proprietario del profilo in questione sarebbe stato collegato a un giornalista noto. Stando a quando riferito dalla D'Urso, il giornalista dava indicazioni e esortazioni precise alla persona che gestiva il profilo, complimentandosi dei contenuti che pubblicava. Addirittura in un messaggio - messo agli atti - mandato dal telefonino del giornalista c'è scritto 'Un bacio e ti voglio bene, continua come stai facendo se ti fa divertire e ti fa piacere, se non ti diverte non ha più senso, però continua e fallo anche per me. "Che io 'collaborassi' con il profilo 'carmelitadurto' è una affermazione che per ora non ha alcun riscontro legale". E sapete chi ha indicato alla polizia postale il ragazzo sardo che si celava dietro a quel profilo? "Riguardo l'accorato video di Barbara d'Urso, mi duole dire che evidentemente tale video non era sotto testata giornalistica - scrive il giornalista di gossip su Facebook - Visto che la signora omette il succo della vicenda e ne narra solo i dettagli, decontestualizzandoli".

E Barbara, che non arretra mai davanti alle sfide, non si è sottratta: "dopo l'ultima puntata alla domenica, il 20 ottobre, dal 28 debutta al lunedì, sempre su Canale 5, in diretta, in prima serata". Pensate quanto mi sentissi corresponsabile di stalking nei confronti della signora se proprio io ho messo la polizia sulla strada giusta? Per fortuna mi cita Clizia! E a riprova di quello che dico, elenco quello che di così compromettente, nell'intervallo di tempo di un anno, mi viene addebitato a seguito di lunghe e costose indagini: messaggio in cui scrivo al ragazzo sardo che se vuole può condividere un invito Mediaset inviato a tutti i giornalisti. In attesa di scoprirne di più, noi restiamo sull'attenti.