Banksy apre un negozio online: casalinghi artistici, ma non per tutti

Banksy apre un negozio online: casalinghi artistici, ma non per tutti

Dopo la vendita record di 'Devolved Parliament' alle aste di Sotheby's, l'elusivo artista di strada Banksy apre un negozio di "casalinghi" online: arte e oggetti di tutti giorni come tazze e cuscini decorativi sono esposti sui suoi scaffali virtuali, ma gli acquisti non sono per tutti.

E' un negozio online pensato per tutti coloro che amano l'arte contemporanea ma hanno un "basso reddito". La pagina rimanda allo shop online con la galleria delle foto dei singoli prodotti in vendita e in fondo il disegno di un registratore di cassa aperto, un arcobaleno con nuvola e un cestino per fare la spesa. Si va dalle t-shirt ed orologi con i disegni dell'artista inglese alla borsa mattone e al casco della polizia ricoperto di piccoli specchi e trasformato in una strobosfera da discoteca. Nella descrizione si legge che è possibile acquistare "arte, prodotti per la casa e delusioni".

E i prezzi? Ce n'è per tutte le tasche, da 10 sterline (circa 11,6 euro) a migliaia di sterline.

L'artista senza volto ha messo in vetrina un numero ristretto di opere, alcune in edizione limitata. Tutto è prodotto da una manciata di persone che utilizzano materiale riciclato, ove possibile, nella cultura del luogo di lavoro in cui si beve di giorno.

A tal proposito c'è anche un riferimento ben preciso nelle istruzioni: "Per favore, evita di registrarti se sei un ricco collezionista".

Il negozio online di Banksy si rivolge agli appassionati d'arte e cerca di scoraggiare chi è soltanto a caccia di un affare.

Per acquistare una di queste opere basterà registrarsi al sito e scegliere non più di un prodotto entro il 28 ottobre.

I fan dell'artista infatti, dopo aver scelto un massimo di un articolo da acquistare, dovranno rispondere in meno di 50 parole ad una domanda specifica: "Perché l'arte è importante?" La registrazione è necessaria per l'acquisto ma non lo garantisce.

Banksy inoltre avvisa: "Si informa che Gross Domestic Product potrebbe rivelarsi un'esperienza deludente di vendita al dettaglio, soprattutto se si è riusciti a effettuare l'acquisto". In caso di violazioni, l'artista di Bristol procederà per le vie legali e il denaro ottenuto in risarcimento andrà in beneficenza.