Us Open: Federer ko, Serena in semifinale

Us Open: Federer ko, Serena in semifinale

E' successo a Grigor Dimitrov, 28 anni, fino a tre anni fa definito da tutti il baby-Federer (un nomignolo che lui stesso ha chiesto che gli fosse tolto, visto che non gli ha portato benissimo) e poi crollato sotto il peso delle aspettative.

Gli Us Open chiudono il turno serale con un colpo a sorpresa, quello effettuato da Dimitrov su Federer. Distrutto David Goffin agli ottavi, sembrava essere tornato sui suoi livello standard, lo svizzero, ma qualcosa non è andato nel match di semifinale contro Dimitrov. "Sono stati i mesi più complicati della mia vita - ha detto il vincitore alla fine del match -. Ora è straordinario raggiugere un obiettivo così importante". "Questa è la serata di Grigor", come dirà elegantemente nell'intervista post-match un Roger il cui gioco è stato condizionato da un evidente fastidio alla schiena.

"Solo, evidentemente, non sono stato in grado di vincere" ha ammesso lo svizzero. Il bulgaro potrà ora fregiarsi del titolo di 'ammazzagrande' dopo aver sbattuto fuori ai quarti dello US Open niente meno che Roger Federer, uno che quando partecipa ad un torneo è sempre saldissimo sulla cima dei favoriti. Wang aveva battuto l'australiana Ashleigh Barty con un punteggio di 6-2 6-4. Sulla strada verso il settimo titolo - e soprattutto quel 24esimo Slam che le permetterebbe di eguagliare il record di Margaret Court - troverà Elina Svitolina, sconfitta quattro volte su cinque (ma l'ultimo confronto risale ai Giochi di Rio, allora la spuntò la 25enne di Odessa).