Spogliatoio San Paolo, il sindaco De Magistris: "È responsabilità della Regione"

Spogliatoio San Paolo, il sindaco De Magistris:

Ecco le sue parole: "Il video pubblicato dal Napoli riguardante gli spogliatoi è vecchio". Le impalcature nel grande open space destinato a Ancelotti e ai giocatori sono ovunque: c'è sporcizia, alcuni pannelli sono solo appoggiati ai muri e i pavimenti sono ancora coperti da assi di legno.

Le parole di Ancelotti, che sono gravi, sembra che gli siano state messe in bocca. Le uniche cose non complete sono le 2 vasche idromassaggio che erano a carico economico del calcio Napoli.

Sono dispiaciuto per le parole di Ancelotti. È un'offesa al nostro lavoro ma anche agli stessi operai.

La preoccupazione per le condizioni della struttura che ospiterà le partite di Callejon e soci viaggia di pari passo per i prossimi appuntamenti da vivere al San Paolo nella mente di Carlo Ancelotti. "Abbiamo uno stadio allaltezza che rispetta tutti gli standard".

La riqualificazioni della struttura del San Paolo, passata per il rifacimento dei bagni e l'installazione di nuovi sediolini e di maxischermi, avrebbe avuto come deadline secondo i piani iniziali la prima metà di settembre, con il restyling degli spogliatoi e il potenziamento della videosorveglianza tra gli ultimi interventi da operare.

"Da quelle che sono le mie informazioni posso assicurare che Ancelotti non è andato in prima persona a vedere il cantiere dei lavori degli spogliatoi". La consegna degli spogliatoi è prevista per venerdì 13 alle ore 10, la data è confermata. Conoscendo la fama di Carlo Ancelotti mi meraviglio delle dichiarazioni che ha rilasciato ieri e soprattutto mi dispiace dell'accaduto, ha fatto uscire un comunicato con gli occhi degli altri. "Forse hanno fatto il comunicato per non apporre qualche firma".