Sarri su Dybala: "Lo vedo pronto. Turnover? Fissa italiana"

I bianconeri vanno in scena domani alle 18 all'Allianz Stadium contro il Verona.

Maurizio Sarri in estate ha detto mai la "difesa a tre", ma anche lui sa che a mali estremi, estremi rimedi ed in certe partite, sfruttare tre ottimi centrali con l'aggiunta di due esterni abituati a spingere e coprire come Alex Sandro e Danilo o Cuadrado, potrebbe essere un'idea da non escludere solo per preconcetti.

"Se non l'avessi visto pronto, non l'avrei messo in campo in un momento decisivo a Madrid". Il ragazzo è arrivato ad agosto inoltrato, non è al top della condizione, ma è sicuramente in grado di giocare. "Se cambio, preferisco dirlo prima ai giocatori".

Queste sono le sue parole: "Dybala è pronto per giocare". Bernardeschi lo vedo più da centrocampista che da attaccante, avendo 7 centrocampisti e d'accordo con il ragazzo gli ho chiesto di proseguire in questo scorcio di stagione in quel ruolo.

E' meticoloso e preciso e analizza tutto, si vede dalle sue interviste, dai dati che snocciola e dalle situazione tattiche che propone, ha un canovaccio e vuole che i suoi giocatori, tranne un'eccezione chiamata Ronaldo, lo presentino in modo puntuale.

Allo stesso modo, ha spiegato come gli errori difensivi sulle palle inattive ci siano e come si debba lavorare, ma contestualmente questo potrebbe non dipendere dalla difesa a zona, secondo lo stesso allenatore.

Ad oggi, il numero 21 sembra aver fatto bene: Maurizio Sarri lo ha rimesso al centro del progetto Juve da titolare, Higuain lo ha ripagato con la brillantezza che non si vedeva da tempo.