Sarri: "Le parole di Conte? Gli è stato riferito qualcosa di errato, non l’ho mai tirato in ballo"

Sarri:

Un primo vagito di orgoglio nerazzurro che viene ad accompagnare la tripletta di vittorie di inizio campionato e che a ben vedere ha un significato assai più concreto del saltello negato qualche giorno fa al coro "chi non salta juventino è..." Ma dalla Francia sono convinti che il PSG potrebbe provare a fargli cambiare idea. In passato la Juve si affidava più alla muscolarità.

"Ma c'è l'aspetto negativo, perché c'era la sensazione che avevamo la partita in mano e pareggiarla così lascia l'amaro in bocca". Il leccese non le ha mai mandate a dire, si sa. Insomma, ha fatto di tutto per avvicinarlo il più possibile alla porta avversaria. Qua alla terza partita sono tutti rotti! E di tempo a disposizione non ne resta poi molto.