Ragazzo 17enne mangia per anni patatine fritte e diventa cieco

Ragazzo 17enne mangia per anni patatine fritte e diventa cieco

Come si può lasciare che un bambino si nutra solo di patatine fritte? La vicenda descritta dai colleghi britannici è sorprendente, ma è anche spia di incuria e abbandono, un epifenomeno di una disastrosa gestione dei minori.

Come riportato dagli Annals of Internal Medicine Journal Reports, proprio per il clamore del caso, questo giovane, sin dalla prima media, in piena età puberale, avrebbe iniziato a cibarsi esclusivamente di patatine fritte, confenzionate e, occasionalmente, pane bianco con una fetta di prosciutto o salsiccia. E questo malcostume reiterato per circa una decina di anni, alla fine ha portato all'emergere di danni gravissimi ed irreparabili al suo fisico. "Il giovane però ha scelto di mantenere inalterata la propria dieta, rifiutandosi di arricchirla con alimenti più sostanziosi". Il motivo di questa particolare dieta è il rifiuto di frutta e verdura.

Al controllo i dottori hanno riscontrato una grave carenza di vitamina B12 e di altre sostanze importanti, dalla vitamina D ad alcuni minerali come rame e selenio. A quattordici anni era andato dal medico di famiglia perché si sentiva stanco e malato: il suo peso era normale e non prendeva farmaci e le analisi mostrarono una carenza di vitamina B12, trattata con degli integratori, a cui il medico aveva aggiunto delle indicazioni alimentari.

Solo in tale occasione ha confessato ai medici che aveva sempre evitato cibi salutari e di aver consumato assiduamente solo patatine fritte, pane e salumi. A 15 anni aveva sviluppato problemi di udito e vista, e a 17 anni le sue capacità visive erano arrivate al livello di cecità legale.

La dottoressa Denize Atan, che lo ha preso in cura, ha spiegato che "la sua dieta consisteva essenzialmente in una porzione di patatine al Fish & Chips di fiducia". "Ciò significa che non può guidare e troverebbe davvero difficile leggere, guardare la TV o riconoscere i volti". Gli è stata fatta la diagnosi di neuropatia ottica nutrizionale.

Il medico sottolinea che casi così estremi sono piuttosto insoliti, ma che se i figli sono iper selettivi dovrebbero rivolgersi a un esperto.