Nave Alan Kurdi, un naufrago ha tentato il suicidio

Nave Alan Kurdi, un naufrago ha tentato il suicidio

Cosa che permettera' di gestire il fenomeno come vuole Lamorgese, che, intercettata in Transatlantico, ha risposto cosi' ai cronisti che le chiedevano delle navi ong: "il ministro dell'Interno e' sempre operativo, 24 ore su 24".

Cinque dei tredici migranti salvati dalla Alan Kurdi sono stati evacuati per motivi medici. Lo conferma lo staff della Sea Eye, che da oltre una settimana è al largo di Malta in attesa di conoscere il posto dove sbarcare. Dei cinque migranti evacuati, quattro sono minorenni: tre diciassettenni e un quindicenne. Per uno di loro è stata disposta l'evacuazione dopo un tentativo di suicidio.

Immediata la reazione indignata del Pd contro il Viminale, con i Dem che speravano in un cambio di linea del governo giallo-rosso sul tema degli sbarchi, con l'apertura dei porti a tutte le Ong: "Il primo atto del nuovo governo è chiudere i porti alla #AlanKurdi che è ancora in mare con solo 5 naufraghi a bordo". La nave non ha diretto il timone a nord, verso Lampedusa, ma è rimasta in area Sar libica pronta ad eventuali altri interventi di salvataggio. "Sono sfiniti. Abbiamo bisogno di un porto sicuro immediatamente". "L'Italia sfortunatamente è molto veloce quando si tratta di rifiutare aiuto alla Alan Kurdi", il commento della Ong tedesca Sea-eye che ha pubblicato su Twitter la mail di rifiuto. Non so chi abbia assunto questa decisione, ma è una scelta sbagliata. Ancora ieri la ong ha chiesto al governo se è ancora valido il divieto di ingresso in acque territoriali. Cacciare Salvini e tenersi le sue politiche non mi pare geniale. "Nel frattempo Malta continua a rifiutare di farsi carico di una situazione avvenuta nella sua zona di coordinamento".