Migranti: sequestrata la Eleonore, autorizzato lo sbarco dalla Mare Jonio

Migranti: sequestrata la Eleonore, autorizzato lo sbarco dalla Mare Jonio

Il morale è sempre più basso. La decisione di forzare il divieto, come apprende l'Adnkronos, è stata presa dopo una tempesta di acqua che si è abbattuta sulla imbarcazione con a bordo i migranti soccorsi nel Mediterraneo. "Posso dichiarare concluso evento Sar del 28.08.2019" - ha scritto, su Twitter, Luca Casarini di Mediterranea Saving Humans dopo il trasbordo.

31 migranti soccorsi la scorsa settimana al largo della Libia e fino a oggi a bordo di Mare Jonio, la nave del progetto umanitario Mediterranea, sono stati trasferiti su un'imbarcazione della Guardia Costiera e potranno presto sbarcare a Lampedusa. A bordo si registrano anche cinque casi di scabbia. E il futuro è quanto mai incerto: alle condizioni precarie si aggiungerà nelle prossime ore un nuovo peggioramento meteorologico che tornerà a tormentare l'animo delle persone a bordo che già nella notte innanzi a fulmini, tuoni e forti raffiche di vento hanno reagito con una collettiva crisi di panico.

Sono complessivamente tre gli sbarchi avvenuti dalle sette di stamattina a Lampedusa, per complessivi 130 persone circa. I militari delle Fiamme Gialle hanno notificato al comandante il decreto di sequestro e contestato il divieto di ingresso in acque territoriali. Una manovra quella di Claus Peter Reisch che ricalca quella di Carola Rackete, anche lei spintasi oltre i limiti imposti dal Viminale.

La Guardia di Finanza procede al sequestro amministrativo della nave 'Eleonore' che è entrata senza autorizzazione in acque territoriali italiane.