La Tesla della polizia si scarica e il ricercato fugge

La Tesla della polizia si scarica e il ricercato fugge

Dopo aver confermato la targa, l'agente ha tentato di inseguirlo. Un'auto elettrica Tesla, di pattuglia della polizia nella Bay Area è rimasta a corto di energia in uno dei peggiori momenti possibili: durante un inseguimento. E dopo 10 minuti, secondo quanto riportato dalla Cnn, gli agenti sono costretti a fermarsi lasciando fuggire il ricercato, che poco dopo - a San Josè - decide di abbandonare l'auto, ritrovata in seguito dalla polizia della California State Highway Patrol. "Ho appena realizzato che sto esaurendo la batteria di 6 miglia con la Tesla e potrei perderla qui in un secondo", ha detto l'ufficiale, invitando altre volanti a procedere con la cattura. Ma nulla di fatto.

La polizia di Fremont ha spiegato di essere ancora nel periodo di prova per testare l'integrazione della Tesla con le esigenze del dipartimento: "La linea guida generale è che la batteria dovrebbe essere almeno mezza piena all'inizio del turno, e su questa vettura lo era". "Purtroppo accade di tanto in tanto anche ai nostri veicoli che funzionano a gas, se non vengono ricaricati alla fine di un turno". L'auto, un usato del 2014, era in test al Dipartimento di Polizia che sta cercando di ridurre il suo impatto ambientale. Intento lodevole. Ma a Fremont (e non solo a Fremont) c'è chi ora pretende che i produttori di auto elettriche si scervellino per creare auto che hanno ricarica più rapida e maggiore autonomia. Cosa sarebbe successo se invece di una volante della polizia a scaricarsi all'improvviso fosse stata un'ambulanza?