Giampaolo punta ancora su Castillejo, Rebic e Leao verso la panchina

Giampaolo punta ancora su Castillejo, Rebic e Leao verso la panchina

Il fondo che controlla il Milan, così come Maldini e Boban che hanno fretta di crescere con il club, chiedono risultati in linea con le ambizioni di un posto in Champions. Un investimento fuori dai parametri rossoneri in quel momento; ma con un margine di spesa maggiore in futuro, Boban continua a ragionare su questo ragazzo nella lista dei dirigenti del nuovo Milan. Dopo la sosta, nella Verona che un tempo fu fatale (ma all'epoca si concorreva per gli scudetti) Marco Giampaolo dovrà invertire la rotta. Per il futuro, chissà. Un diktat contrario a quanto finora fatto dal tecnico, che ha preferito affidarsi ai giocatori presenti in rosa dai suoi primi giorni a Milanello.

Paquetà in panchina? Insomma, ricapitolando, Suso e Piatek sì, e poi? Un po' perché dopo gli sforzi economici estivi la proprietà si aspetta di vedere utilizzati i nuovi volti. Niente di trascendentale, ma un segnale anche ai tifosi rossoneri: il ragazzo è giovane, Giampaolo lo sta indottrinando e presto avrà il suo spazio. Resta il fatto che i tempi di insegnamento a Milano non possono essere gli stessi di Genova dove la piazza è più paziente.