Fabio Volo contro Ariana Grande: cosa è successo?

Fabio Volo contro Ariana Grande: cosa è successo?

Chiede scusa ai fan di Ariana Grande, poi gira il discorso sulla "shitstorm" subita, attacca i giornali rei a suo dire di non aver ascoltato la trasmissioni (noi l'abbiamo ascoltata forte e chiaro), se la prende persino con Daniela Santanché e il suo tweet anti-machista, ma non fa un passo indietro sul ragionamento, che è passato come fuori fuoco e misogino. A un certo punto c'è una che si chiama Ariana Grande, bellissima ragazzina, mora. Sembra abbia 15 anni, vestita di rosa, tutta sexy.

Un video di Ariana Grande non può bastare a rovinare le nostre figlie, ma certe frasi forse sì e Fabio Volo dovrebbe saperlo. Insomma, la cantante sarebbe "un ginepraio", poi lo scrittore evidenzia come tutto il video sia "un richiamo sessuale" e osserva che il messaggio inviato è profondamente sbagliato. Io dico, pensa io, padre di due femmine, vado al lavoro e faccio le mie cose mentre una società mi sta "imputtanando" le figlie.

Il presentatore e scrittore non ha ancora replicato alla bufera scatenata questa mattina ma intanto sul web continuano a volare insulti.

Non pago, lo scrittore ha proseguito descrivendo Ariana come una persona insicura che usa la sensualità per attirare l'attenzione, ma così facendo attirerà solo gente che, letteralmente, la vuole 'sdraiare'.

Il conduttore non si è fermato qui, ma ha rincarato la dose.

Credits fermo immagine del video 7 Ring di Ariana Grande
Credits fermo immagine del video 7 Ring di Ariana Grande

"Meno male che è successo a me". Classificata tra le celebrità più pagate del 2019 da Forbes e nominata come una delle 100 persone più influenti al mondo per il Time, è stata riconosciuta donna dell'anno 2018 da Billboard.

Tutto è partito quando, durante l'allenamento fatto in palestra, Fabio Volo ha avuto modo di vedere per la prima volta il video del brano '7 rings' di Ariana Grande. Ma le sue parole hanno indignato tutti i fan della celebre cantante, che gli hanno risposto per le rime attaccandolo sui social. "Non ti mettere a venti unghie, non lo fare, lo turbi", attacca la Murgia: "Potresti dare cattivo esempio alle figlie inesistenti di un uomo che intervistava nudo Alessia Marcuzzi".

"Ho capito che i ragazzini che subiscono questa violenza che poi si buttano giù dal balcone, io li capisco perché è una cosa che se tu non hai gli strumenti per lavorarla, è una roba di un'aggressività..."

Un discorso che non si esime dall'escludere anche i genitori: "Però siccome adesso invece i figli molto imitano anche i genitori perché sono i genitori che guardano i telegiornali e dicono 'devi morire'".