F1: Haas conferma Grosjean e Magnussen

F1: Haas conferma Grosjean e Magnussen

Romain Grosjean si è unito al team Haas fin dagli esordi della scuderia in F1 nel 2016, il danese dopo un anno nel 2017.

Anche i due piloti hanno fatto delle dichiarazioni in merito.

Nella mattinata italiana è arrivato l'annuncio ufficiale della Haas in merito al rinnovo del contratto di Romain Grosjean per la stagione 2020 di Formula 1, il quale andrà ad affiancare il già confermato Kevin Magnussen.

"L'esperienza, e la necessità di essa, è stata una delle pietre miliari del team Haas F1, e con Romain Grosjean e Kevin Magnussen che correranno per il team nel 2020, continuiamo ad avere un line-up di piloti che ci offre una solida base per continuare la nostra crescita". Grosjean e Magnussen hanno combinato per un totale di 166 punti, di cui 93 nello scorso campionato quando la Haas ha chiuso al quinto posto nella classifica costruttori. Il team è pieno di veri racer, a partire da Gene Haas e da Guenther Steiner. "Hanno capito il modo in cui lavoriamo come team, e la nostra consapevolezza di quello che possono darci dietro il volante, ci dà continuità e una base su cui continuare a costruire il team". "Il 2019 è stato un anno difficile per noi, ma la nostra capacità di imparare dalle esperienze condivise ci aiuterà a migliorare e ad andare avanti uniti nel 2020". "Finire in quinta posizione nel Campionato Costruttori della scorsa stagione, al terzo anno di vita della squadra, è stato qualcosa di molto speciale". Quest'anno abbiamo avuto delle difficoltà, ma ne faremo tesoro per migliorare nel 2020. "Non vedo l'ora di lavorare ancora con Kevin e il resto del team e continuare la nostra storia insieme".

Così, invece, ha commentato Magnussen: "Ho saputo che avrei continuato con il team nel 2020 e questo è stato molto positivo durante questa difficile stagione".

La stagione 2019 non si è rivelata certo facile per la Haas: la VF-19 si è dimostrata competitiva sul giro secco, ma ha accusato problemi nella gestione degli pneumatici Pirelli. In Renault, infatti, ci sarà Esteban Ocon e dunque ormai per Hulkenberg le possibilità di avere una macchina il prossimo anno sono davvero minime.