F1, GP di Monza 2019: il commento di Mara Sangiorgio

F1, GP di Monza 2019: il commento di Mara Sangiorgio

"Non una 'bandiera a scacchi', ma piuttosto un 'semaforo verde' che si accenderà per proiettarci verso altri 90 anni di forti passioni, grandi emozioni e stagioni indimenticabili, che infiammeranno i cuori di sportivi, appassionati, tifosi e ferraristi di tutto il mondo". Nell'analisi dei trader SNAI l'incrocio di questi fattori consegna a Charles Leclerc il ruolo di grandissimo favorito: il pilota monegasco conduce nelle scommesse sul Gp, dato a 2,50, in quelle sulle qualifiche (la sua pole vale 2,00) e sul giro veloce (a 4,00). Adesso, tornati nel loro habitat naturale ma con ancora negli occhi l'entusiasmo contagioso della marea rossa, vogliono solo essere sé stessi, mettersi in macchina e provare davvero a regalare ai tifosi italiani qualcosa di speciale. Leva sui ricordi ma anche grande entusiasmo per il presente con l'onda lunga della vittoria di Leclerc in Belgio. Il potenziale di Leclerc è sempre stato evidente: dalle formule minori e allo scorso anno in Alfa.

Vedere quello che rappresenta la Ferrari è incredibile, sembra quasi una religione. Va sottolineato inoltre che la situazione particolare e il tempo perso al mattino hanno portato ad effettuare prove incrociate con soluzioni differenti sulle monoposto, per cui anche tra i due piloti dello stesso team è bene non esagerare con i raffronti. Dove mi vedo tra 5 anni? Lavoro differenziato per l'olandese che si è concentrato maggiormente sul passo gara considerando la penalità che domenica lo forzerà a partire dal fondo della griglia per aver montato la quarta specifica della powerunit Honda. Da lui ho imparato il modo di lavorare; è molto metodico, cura i dettagli e non mi rendevo conto quanto fosse importante quando ero fuori dalla F1. Penso che Mercedes è stata molto veloce oggi, un po' più di noi, ma vediamo domani. Per Vettel "essere Ferrari" è "uno stato mentale" e nega un dualismo con Leclerc: "E' importante che lavoriamo insieme, anche per la squadra, per lo sviluppo della macchina".