Donnarumma: "Handanovic grande portiere, conosco bene D'Ambrosio"

Donnarumma:

"Nei derby si va oltre a tutto, è una partita a sé, si prepara da sola, dà molta carica e molta emozione giocarla". Vincerlo è ancora più bello, era il mio secondo derby, il primo era il trofeo Berlusconi.

Gigio successivamente si è espresso sulla propria crescita personale, visto che sta maturando sempre di più: "All'inizio quando sei più giovane hai meno responsabilità e rischi maggiormente, però poi aumenta l'esperienza e sai come gestirti". Con D'Ambrosio ho un grandissimo rapporto.

"Il mister ce la farà sicuramente a sconfiggere la malattia, è un leone. Gli faccio l'in bocca al lupo, spero di abbracciarlo presto".

Il portiere del Milan, ha poi ricordato: "E' una persona che ti dà tutto, anche durante le partita ti dava sempre una motivazione in più. Anche in allenamento, a me non piace perdere neanche nella partitina, mi arrabbio e cerco di spronarli per provare a far loro dare il massimo in allenamento". "Ha un ruolo molto importante". "Coi piedi sono migliorato molto e sono molto contento, con Giampaolo si comincia molto da dietro". La mia prima volta in panchina è stata contro il Cesena, ero in Nazionale, si fece male qualcuno e mi chiamò subito Galliani per dirmi che sarei andato in panchina.

Sul capitano Romagnoli: "Ho un rapporto splendido con lui, siamo molto amici". Dalla parata più bella in carriera al suo rapporto con il mentore Mihajlovic, queste sono state le parole del portiere del Milan. Si tratta di Luigi Turci, col quale sta lavorando bene: "Mi sta dando tanto - spiega - ed è anche un grandissimo motivatore. E' un buon capitano e ti riesce a dare qualcosa in più, sono molto contento di averlo come capitano e gli auguro di continuare a farlo". Il boato dello stadio è stato stupendo. "Lo stiamo seguendo e sono certo che riusciremo a migliorare nel gioco".