Da "X Factor 13" a Youtube, il successo delle "Carote" di Nuela

Da

Emanuele Crisanti, in arte Nuela, 16 anni appena, si è presentato sul palco del talent show, in onda ogni giovedì alle 21.15 su SkyUno, e ha intonato la canzone "Carote". Infine è stato il momento di Sfera, che si è commosso spiegando di aver perso il padre quando aveva 13 anni: "Io ti capisco, perché ho perso anch'io mio padre".

Una canzone, questa Carote, che gli appassionati dei trend si affretteranno a definire con l'orribile termine 'virale' (il suo video su YouTube sta andando alla grande) e sulla quale c'è il timbro del rap interpretato con tono giusto sufficiente (i professionisti ovviamente sono altri) su un testo fatto di rime e parole in libertà. Mara Maionchi ha visto nel suo testo una complessità inedita. Il pubblico sta cambiando opinione su di lui, liberandosi dai pregiudizi legati ai testi delle sue canzoni e alle polemiche che lo hanno travolto dopo la tragedia di Corinaldo. Il trapper ha commentato in questo modo l'esibizione del ragazzo: "Nuela è un lampo di genio".

Sfera Ebbasta ha cominciato con enorme commozione la sua avventura a X Factor. La musica non è fatta solo di note ma anche di pause. Quella sensazione di vuoto che immagino tu provi è una sensaizone che quando acquisti un po' di consapevolezza poi diventa rabbia e fame, spero che diventi per te una svolta per raggiungere i risultati che vuoi. Se il ruolo di Mara Maionchi pare indiscutibilmente relegato alla figura della saggia, grazie alla sua esperienza con cui dispensa buonsenso e consigli ai colleghi, differente è la situazione per le restanti tre parti in gioco. La prima sembra aver optato per il ruolo di prima donna, nascondendo dietro modi eleganti e sorrisi di circostanza una severità quasi collegiale; il secondo si è già guadagnato il titolo di "cattivo" della nuova edizione. Samul invece dice sì: "Prendo un po' di quel sì che ti volevano dare e per tutti e quattro ti do il mio sì". Giornalista professionista dal 2019.