Caso Griezmann, ora il Barcelona rischia la chiusura del Camp Nou

Caso Griezmann, ora il Barcelona rischia la chiusura del Camp Nou

Secondo l'obiezione sollevata dai colchoneros, il Barcellona aveva trattato con l'attaccante francese molto prima rispetto alla data del 14 luglio (giorno in cui è stato depositato il contratto dell'attaccante trasferitosi nell'estate scorsa alla corte di Messi e Suarez) ovvero quando la sua clausola risolutiva era di 200 milioni di euro e non 120, somma prevista nel contratto a partire dal 1° luglio.

In realtà, la società di Enrique Cerezo pretendeva (e pretende tuttora) il versamento di ulteriori 80 milioni.

E come scrive oggi il quotidiano "El Mundo", il giudice istruttore Juantxo Landaberea, che è stato nominato dal Comitato per la Concorrenza per esaminare la denuncia dell'Atletico contro il Barcellona per il "caso Griezmann", ha proposto una sanzione economica davvero esigua: appena 300 euro di multa per i catalani o una partita a porte chiuse.

Il Barcellona ufficializzò l'acquisto di Antoine Griezmann con il seguente comunicato stampa. E infatti l'Atletico Madrid non si è potuto opporre alla partenza di Griezmann per Barcellona. Lo ha confermato il club blaugrana con una nota sul proprio sito. Viene poi precisato che "il giocatore ha firmato un contratto con il club per i prossimi cinque anni, fino al 30 giugno del 2024, che prevederà una clausola di rescissione di 800 milioni". In particolare, una mail dell'avvocato del giocatore a Griezmann e ai suoi parenti sulle condizioni alle quali si sarebbe dovuto trasferire al Barcellona. Il club spagnolo lo ha fatto anche per evitare un Neymar bis, calciatore che venne acquistato dal Psg per 222 milioni di euro.