Auto, immatricolazioni Ue agosto -8,4%, pesano regole emissioni -2

Auto, immatricolazioni Ue agosto -8,4%, pesano regole emissioni -2

Da inizio anno le auto vendute sono 10.830.899, con un calo del 3,2% sullo stesso periodo del 2018. Secondo i dati dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei, se a luglio le immatricolazioni sono cresciute dell'1,4 per cento su base annua, a 1,3 milioni di unità, il mese passato hanno subito una contrazione dell'8,4 per cento, a 1 milione 42 mila unità.

Nell'Europa dei 28 Fiat Chrysler Automobiles immatricola 54.100 vetture in agosto per una quota del 5%, dopo che a luglio le registrazioni erano state quasi 76.400 e la quota del 5,7%.

Per il marchio Fiat invece ad agosto le immatricolazioni sono oltre 35.300, pari al 3,3% del mercato, mentre negli otto mesi le registrazioni sono oltre 467mila.

Con 12.400 immatricolazioni in agosto Jeep ottiene l'1,2% di quota, la stessa che aveva ottenuto in luglio, con 15.900 registrazioni. Nei primi otto mesi dell'anno, comunque, il gruppo di Torino ha registrato 671.300 vendite complessive, in calo del 12,1% rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente. Tra i modelli la Renegade è sempre tra le top ten del suo segmento con vendite in crescita del 2,7% ad agosto e del 12,1% nell'anno, ma vanno bene anche Cherokee (in agosto +7% e in tutto il 2019 +5,9%) e Wrangler +18,6% negli otto mesi. Cresce Lancia, le cui vendite sono concentrate nel mercato italiano, che con 2.500 registrazioni quasi raddoppia (+90,9%) le immatricolazioni rispetto allo stesso mese di un anno fa, con quota allo 0,2%, (+0,1%).

Nella sola area euro il calo è stato dell'8,2 per cento, mentre in Italia è stato più contenuto con un meno 3,1 per cento. I primi cinque mercati dell'Ue hanno tutti registrato riduzioni, con i cali più forti in Spagna (-30,8%) e Francia (-14,1%).