Auto elettriche, vendite raddoppiano nei primi 8 mesi

Auto elettriche, vendite raddoppiano nei primi 8 mesi

Al Salone di Francoforte la percezione è stata quella, stando al piglio della comunicazione di molti Costruttori. Fra gli aspetti si segnalano le infrastrutture di ricarica (tipologia, dislocazione, possibilità di utilizzo...), una panoramica aggiornata di tutti i modelli disponibili classificati per prestazioni di autonomia, tempi di ricarica e durata delle batterie, una fotografia dell'x-sharing sulla presenza geografica, tipologia di veicoli disponibili (dalle auto ai monopattini) e non manca la visione dello sviluppo futuro dei prossimi anni.

Secondo l'ultimo rapporto del Centro Studi e Statistiche di UNRAE, associazione che rappresenta i produttori di autoveicoli esteri in Italia, sono 6.453 le autovetture elettriche immatricolate in Italia nei primi 8 mesi del 2019, in crescita del 109% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

La sostanza, almeno in Italia, è parecchio diversa, anche se qualcosa si muove. "Nel tempo sono stati compiuti notevoli progressi a beneficio dell'ecosistema, basti pensare che dal 1995 ad oggi le emissioni nocive di Co2 prodotte dai mezzi a motore sono diminuite del 35%: non siamo però l'unico settore chiamato a migliorare, visto che auto private e trasporto merci incidono insieme per non più del 16% sul totale di anidride carbonica presente in atmosfera", ha concluso il relatore. Il fenomeno interessa prevalentemente i privati - che rappresentano il 41% degli acquisti - e il noleggio a lungo termine (30,7% del totale). Parliamo del 13,2% in più rispetto ai numeri raggiunti dagli altri tipi di alimentazione.

Quasi il 75% delle auto elettriche viene immatricolato al Nord. Altra novità annunciate in tema di mobilità elettrica: la proroga del bando per le Pmi fino al 1 settembre 2020 stanziando 3 milioni di euro. Al terzo posto, con 33 auto immatricolate Bologna e Firenze.

Se guardiamo cosa i clienti hanno dato in permuta a fronte dell'acquisto di auto elettriche, nei 5 mesi di questo anno (periodo nel quale il dato è consolidato) il 45% dei veicoli permutati ha alimentazione diesel.