Arte-Leonardo, l'Uomo Vitruviano in prestito a Parigi

Arte-Leonardo, l'Uomo Vitruviano in prestito a Parigi

Italia e Francia insieme nel segno di Leonardo e Raffaello, nell'anno in cui ricorrono i 500 anni dalla morte dell'artista di Vinci e con un occhio rivolto al 2020, annus mirabilis dedicato al maestro di Urbino.

Otto settimane, questo sarà il tempo stabilito per il prestito del celebre disegno leonardesco al museo più italiano della capitale francese. La notizia arriva direttamente dal ministero di cultura e turismo guidato da Dario Franceschini che oggi, a Parigi, firmerà con il suo omologo francese, Franck Riester, il Memorandum di partenariato Italia-Francia per il prestito delle opere di Leonardo al Louvre e di quelle di Raffaello alle Scuderie del Quirinale per marzo 2020.

Come è stato possibile realizzare l'intesa?

La firma del direttore Giulio Manieri Elia è arrivata il 23 settembre. Oltre all'Uomo Vitruviano, conservato alla Galleria dell'Accademia di Venezia, diversi disegni degli Uffizi nonché le copie di 'Leda' e della 'Battaglia di Anghiari'. Ora, secondo la normativa varata dall'ex ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli, la decisione sul prestito spetta al direttore del museo (l'Accademia di Venezia è uno dei musei autonomi italiani), dopo aver sentito il parere della direzione generale arte e paesaggio del Mibac, della direzione generale musei e del segretario generale.

L'ok al trasferimento riguarda non solo l'uomo vitruviano ma anche altre opere, e sono già numerose le voci che si sono levate, dal nostro Paese, per bloccare operazioni che, a detta di molti, potrebbero danneggiare le opere in questione.

Le ideali proporzioni del corpo umano sono armoniosamente inscritte nelle due perfette figure del Cerchio, raffigurante il Cielo, la perfezione divina, e del Quadrato, che simboleggia la Terra, la caducità.