Ambiente e clima. Sciopero globale delle nuove generazioni per il loro futuro

Ambiente e clima. Sciopero globale delle nuove generazioni per il loro futuro

Lo sciopero globale in favore del rispetto del clima è in atto.

Manifestanti attesi in Australia, Thailandia, Indonesia, India, Giappone, Filippine, ... ma il clou è previsto a New York, dove proprio Greta guiderà l'evento, prima del grande summit Onu sul clima previsto da lunedì proprio nella Grande Mela. Anche New York ha risposto massicciamente all'iniziativa: 250,000 hanno marciato da Foley Square a Battery Park, ove si è tenuto un rally alla presenza di decine di attivisti locali e della "madrina" Greta Thunberg.

Le manifestazioni continueranno durante tutta la settimana con vari eventi in tutto il mondo, per poi concludersi venerdì prossimo con quello che potrebbe diventare il più grande sciopero della storia.

Per lo sciopero globale, un milione di studenti di tutto il mondo ha ottenuto il permesso a saltare la scuola senza penalizzazioni o conseguenze per dare ai ragazzi la possibilità di prendere parte a questa battaglia pacifista al fianco della Terra. Ed è una stima al ribasso perché riguarda solo 7 città sulle 110 nelle quali sono in corso le manifestazioni.

Domani la giornata sarà dedicata al World Clean Up Day: i volontari ripuliranno i luoghi degradati e in Ue gli attivisti chiederanno simbolicamente ai governi di essere pagati 10 euro all'ora per la rimozione della spazzatura.

"Sono entusiasta per la leadership e il dinamismo dei movimento dei giovani per l'azione sul clima nel mondo", dice il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres al Palazzo di Vetro.

Domenica 22 settembre sarà la Giornata senza auto (#CarFreeDay) con la manifestazione delle biciclette (#BikeStrikes). La conclusione vedrà lo sciopero globale per il clima il 27 settembre. L'hashtag sotto cui tutto questo viaggerà su Twitter, Instagram e Facebook è, ovviamente, #ClimateStrike. Anche la Turchia ha diversi appuntamenti in programma, come eventi musicali e workshop a tema green per le vie di Istanbul. Mentre i prodotti sfusi sono una 'mosca bianca' tra gli scaffali dei supermarket del Belpaese. A migliaia sfilano con la rabbia sul volto per un futuro che è sempre più ipotecato dai cambiamenti climatici, inarrestabili se non si provvederà in fretta a porvi rimedio con azioni adeguate. "In ogni città. Insieme stiamo cambiando il mondo".