Aggressione in stazione a Lecco, senza motivo picchia due donne nel sottopasso

Aggressione in stazione a Lecco, senza motivo picchia due donne nel sottopasso

Lecco, 11 set - Uno dei famosi "elementi umani", le avanguardie "di questa globalizzazione che ci offrono uno stile di vita che presto sarà molto diffuso per tutti noi" di boldriniana memoria, stamattina ha dato dimostrazione del suddetto stile di vita nel sottopasso della stazione di Lecco. Protagonista dell'aggressione un 24enne originario del Togo, che nella tarda mattinata di lunedì ha scatenato il panico alla stazione ferroviaria di Lecco. E' successo a Lecco, alla stazione ferroviaria. L'uomo, poi arrestato e sottoposto a perizia psichiatrica, se l'è presa prima con una ragazza di 18 anni che stava salendo le scale, poi con una 55enne che stava percorrendo il corridoio. Poi ha proseguito, sferrando un pugno a un'altra donna di 55 anni, che è caduta a terra tramortita.

Per fortuna grazie ad alcune testimonianze e ai video delle telecamere di sorveglianza l'uomo è stato ben presto rintracciato, identificato e fermato dagli agenti della Polfer. Il migrante ha lasciato la vittima in terra stordita e sanguinante, allontanandosi dal posto. Si è scoperto che si trattava di un migrante privo del permesso di soggiorno e già noto alle forze dell'ordine. Le due vittime sono state ricoverate in ospedale.

Il fermo è stato convalidato martedì 10 settembre dal giudice del Tribunale a Lecco, a cui però il 24enne non ha saputo dare spiegazioni sul perché del gesto.

L'uomo è stato quindi arrestato con l'accusa di lesioni aggravate. La donna ha battuto la testa contro la parete e ha riportato un trauma cranico commotivo. Per lei una prognosi di 30 giorni.