Vietato l'ingresso a Ocean Viking

Vietato l'ingresso a Ocean Viking

85 persone - quasi la metà minori non accompagnati, la maggior parte dei quali tra i 13 e i 15 anni, dice Sos Med su Twitter.

Le autorità maltesi si sarebbero rifiutate di rifornire di carburante la Ocean Viking, la nuova nave di salvataggio di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, nonostante fossero stati presi precisi accordi in questo senso.

Di seguito è possibile avere l'ultima posizione sempre aggiornata della Ocean Viking. Salvini questa mattina aveva già minacciato di firmare un divieto di ingresso in acque territoriali italiane per la nave umanitaria. "L'Italia non è quindi giuridicamente tenuta, né disponibile ad accogliere gli immigrati irregolari non identificati a borgo della Ocean Viking e ritiene che si sia in presenza di condotte che agevolano il raggiungimento degli illeciti obiettivi dei trafficanti". "Al governo spagnolo abbiamo invece scritto di farsi carico dei 120 immigrati a bordo della Open Arms, Ong spagnola". La comunicazione è indirizzata all'ambasciata norvegese. L'intesa era stata confermata da un intermediario - ha detto la fonte -, ma poi le autorità marittime maltesi avrebbero informato via radio che non vi era alcuna autorizzazione. Abbiamo più volte cercato di contattare il Centro di Coordinamento dei Soccorsi libico da quando abbiamo ricevuto l'allarme - racconta ancora Turner - ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta fino a ben dopo il soccorso. "Non potremo mai riportare le persone in Libia". Le circostanze in cui abbiamo trovato questo barcone e la risposta delle autorità - siano libiche, italiane o europee - mostrano quanto la situazione in mare oggi sia confusa e quanto gli stati non stiano dando la priorità al loro dovere di salvare vite umane.

Lo scrive in un tweet Medici Senza Frontiere.