Temporali intensi e vento forte: lunedì si aggrava l'allerta sul Lecchese

Temporali intensi e vento forte: lunedì si aggrava l'allerta sul Lecchese

Risulta molto probabile lo sviluppo di rovesci e temporali, anche di forte intensità, sulle zone alpine e prealpine (in particolare di nord-ovest), con cumulate localmente significative nel corso della seconda metà di lunedì 12 agosto e possibilità di grandine.

Piogge e temporali interesseranno nelle prossime ore le regioni del nord Italia, in particolare Valle d'Aosta, le aree alpine di Piemonte e Lombardia e successivamente del Veneto, con possibile interessamento anche delle pianure limitrofe.

Caldo e afa sono tornati, ma non dureranno a lungo e già oggi pomeriggio i primi temporali in montagna preannunceranno una perturbazione che domani smorzerà l'ondata di calore lasciando poi spazio a condizioni in prevalenza soleggiate e con temperature estive gradevoli per gran parte della settimana di Ferragosto. I temporali potranno essere associati a grandine e raffiche di vento.

Domenica 11 agosto il cielo sarà sereno in pianura; sulle zone montane e pedemontane sereno o poco nuvoloso al mattino, parzialmente nuvoloso dalle ore centrali per attività cumuliforme pomeridiana più accentuata rispetto a sabato; non escluso qualche rovescio/temporale sui rilievi. "La palma d'oro per la massima più alta spetterà probabilmente a Terni con i suoi 41°C, a seguire tra le città più roventi segnaliamo i 40°C di Foggia, i 39°C di Benevento, Cosenza e Nuoro, i 38°C di Firenze, Bologna, Ferrara, Forlì, Perugia, Frosinone, l'Aquila, Avezzano, Matera e Cosenza, i 37°C di Roma, Caserta, Potenza, Caltanissetta, Ragusa, Catania e Lecce". Le uniche note instabili a ciclo diurno dovrebbero persistere solo sull'estremo Nord-Est (specie a ridosso delle Alpi) e sull'Appennino centro-meridionale.