Straniera uccisa ad Arezzo, era legata al letto

Straniera uccisa ad Arezzo, era legata al letto

Ad Arezzo una donna di 60 anni, probabilmente una prostituta, è stata ritrovata morta all'interno dell'appartamento in cui viveva con il marito: ad avvisare i soccorsi i vicini di casa. Le prime indiscrezioni rimandavano a un decesso per impiccagione, dato smentito dalla novità dell'ultima ora che porta in testa scenari ancora più inquietanti. Si indaga per omicidio: non si esclude lo strangolamento. Secondo fonti la donna si prostituiva e le indagini hanno acceso un faro sul mondo della prostituzione.

Era legata al letto e questo dettaglio, unitamente all'evidenza di una lesione cranica da presunto corpo contundente, alimenta interrogativi su interrogativi. Ma tutte le piste al momento sarebbero aperte. Il ritrovamento è avvenuto nella serata di lunedì 26 agosto, e sono emersi ulteriori dettagli sull'identità della vittima.

Maria, trovata morta in camera da letto: è (l'ennesimo) feroce femminicidio
Femminicidio ad Arezzo, si indaga nel mondo della prostituzione

Al termine del sopralluogo nella palazzina di via della Robbia, la pm Chiara Pistolesi ha spiegato che il corpo è stato trovato dai vigili del fuoco e che l'allarme al 115 lo hanno dato i vicini. La donna aveva un compagno che era fuori città e sta rientrando. I residenti della zona, riporta La Nazione, avrebbero affermato che di consueto la notte, all'interno dello stabile, ci sarebbe un intenso andirivieni di persone.